L’IMPORTANZA DELLA COMPASSIONE

“Se volete che gli altri siano felici praticate la compassione, e se voi stessi volete essere felici praticate la compassione”
Dalai Lama

Bisogna essere uniti agli altri e al mondo in cui viviamo e sentirci gli uni vicino agli altri. Quando aiutiamo gli altri, ampliamo l’orizzonte della nostra mente quindi siamo in grado di vedere i nostri piccoli problemi in una prospettiva più realistica. Ciò che prima ci sembrava spaventoso e insopportabile, e ingigantiva le difficoltà, tende a ridimensionarsi.

Quando siamo uniti agli altri, siamo in grado di aprire il cuore e metterci in contatto con gli altri. Così facendo acquisiamo una sensazione di maggiore sicurezza, di fiducia e un vero senso di libertà

La felicità è possibile e la chiave sta nelle nostre mani. Noi possiamo praticarla così come possiamo farlo per qualsiasi altra disciplina, coltivandola direttamente attraverso l’impegno e l’esercizio. Rimodellando i nostri atteggiamenti e le nostre concezioni.
Molti studi scientifici hanno confermato oggi che esiste una stretta correlazione tra felicità personale e la gentilezza, la compassione e la cura degli altri, dimostrando non soltanto che le persone più felici tendono ad essere più sensibili e più disponibili a entrare in contatto con gli altri e ad aiutarli, ma anche che un individuo coltivando deliberatamente la gentilezza e la compassione, sperimenterà una maggiore felicità.

Applicate queste idee nella vita quotidiana, provate a compiere un atto compassionevole al giorno, una buona azione o un atto di gentilezza e scoprirete un modo per trascendere le sofferenze e le avversità e intraprenderete il vero cammino verso la felicità.

Inizia oggi!

Dott.ssa Alexandra Benincasa

Condividi questa pagina con i tuoi contatti:

QUANDO TU DESIDERI QUALCOSA?

“Quando tu desideri qualcosa, tutto l’universo cospira affinchè tu realizzi il tuo desiderio”.

 

Durante le sedute, alcune volte è capitato che le persone mi chiedano di aiutarle a scoprire quale sia la loro vera passione o il loro scopo nella vita. Tutte le volte rispondo con un’altra domanda che rivolgo anche a te che stai leggendo: “ti sei mai soffermato a riflettere sulle passioni?”

Questo comporta un momento di introspezione, cioè soffermarsi e guardarsi dentro, ascoltare le proprie emozioni e il proprio cuore. Devi sapere che il grande ostacolo nella ricerca della propria passione sono le sabbie mobili mentali che ci inibiscono.

Da dove cominciare?

Allora il primo passo da compiere è cogliere tutte le opportunità che si presentano, anche nel corso della giornata  e vi assicuro che sono tante, iniziando anche dalle più piccole, così iniziamo a creare un movimento.

Il secondo passo è quello di spolverare e reclutare la tua curiosità, quella che da bambino ti faceva scoprire tante cose nuove e ti portava a farti tante domande  e che crescendo hai relegato in un angolino del tuo essere. La curiosità è lo strumento dell’istinto, quando vuole attirare la nostra attenzione sui desideri del cuore.  Le idee sbucano di continuo nella nostra testolina, ma spesso le lasciamo scivolare via.  Invece bisogna approfondire i propri interessi, piano piano , con la lettura , dei video, tutorial, .corsi, condivisione con gli amici e infine stiliamo un piano d’azione. Bisogna esplorare le proprie intuizioni…

Terzo passo, dai ascolto al tuo impulso, la voce del cuore. Inizi a riconoscere che quella è una tua passione perché senti quell’istinto, ti batte il cuore, sorridi quando pensi a quel progetto o quando ti metti a lavorare su quell’obiettivo e il tempo passa e tu non te ne rendi conto. Allora quella è una passione. Coltivala e vedrai che una piccola spinta iniziale può creare uno slancio incredibile.

Quarto passo, ci vuole un po’ di costanza ed impegno,  niente avviene per magia o applicando chissà quale formula matematica.! Sei pronto ad impegnarti? Allora passa all’azione. Sono sicura che possiamo avere tutto quel che desideriamo se ascoltiamo il cuore. E la tua passione prenderà corpo e diventerà anche la tua principale attività.

Tutto inizia credendo in se stessi, una capacità che è radicata nel coraggio di spingersi oltre.

Ricorda “ognuno di noi è come gli altri ma anche unico”.

Dott.ssa Alexandra Benincasa

 

 

Condividi questa pagina con i tuoi contatti: